Come scegliere SSD

Novità del mese di luglio:

Lo scorso mese il mercato degli SSD ha visto l’arrivo sul mercato della gamma Corsair Neutron XTi con memoria Toshiba MLC e controller Phison quad-core, disponibile in diverse capacità da 240 a 1920 GB. Al momento queste soluzioni non sono ancora in vendita in Italia.

Corsair indica prestazioni in lettura sequenziale fino a 560 MB/s, mentre l’SSD può arrivare fino a 540 MB/s in scrittura sequenziale. Per quanto riguarda le prestazioni casuali 4K, l’azienda indica un tetto di 100.000 IOPS in lettura e 90.000 IOPS in scrittura.

ADATA ha annunciato i modelli Premier SP580 da 120 e 240 GB rivolti a chi non ha pretese e vuole solamente sostituire l’hard disk oppure affiancarvi un SSD. Infine Samsung si prepara a portare sul mercato gli SSD SM961, rivolti ai produttori di PC: alte prestazioni e capacità fino a un terabyte.

Linee guida:

  • In linea di massima raccomandiamo solo SSD che abbiamo testato, ma a volte possiamo fare delle eccezioni, sulla scia di offerte particolarmente interessanti.
  • Ci sono diversi criteri per valutare gli SSD. Proviamo a pesare prestazioni e capacità a ogni livello di prezzo, in modo da raccomandare il miglior prodotto in base alla nostra esperienza e quella maturata leggendo anche altri siti d’informazione.
  • Il prezzo e la disponibilità degli SSD cambia ogni giorno. Valutare i prezzi, usando diversi siti web tra cui Amazon Italia, nel momento in cui stiliamo l’articolo.

Il futuro del settore SSD:

Ci sono due cose importanti da sapere per quanto riguarda il mercato degli SSD del futuro. La prima è che nel 2016 assisteremo al debutto di SSD 850 PRO e 850 EVO di Samsung da ben 4 terabyte. Per raggiungere l’obiettivo Samsung userà memoria V-NAND a 48 layer con una densità di 256 bit.

La nuova memoria V-NAND di terza generazione arriverà anche nelle soluzioni con form factor M.2, in particolare la linea SSD 850 EVO, con un salto dagli attuali 512 GB a 1 TB.

idf intel rivela gli ssd optane con memoria d xpoint v4 235302 624ec5a2a7529ead1a5c0e9704c220150

 

Infine, c’è molta attesa per la “misteriosa” memoria 3D Xpoint di Intel e Micron, che arriverà in commercio sugli SSD Optane di Intel nel 2016 – in formato DIMM o SSD. Le due aziende parlano di una soluzione fino a mille volte più veloce e con una durata mille volte superiore all’attuale memoria NAND Flash, ma al tempo stesso capace di offrire una densità fino dieci volte maggiore rispetto alla memoria convenzionale.

I primi test eseguiti da Intel su un prototipo di SSD con memoria 3D Xpoint sono più che incoraggianti. Messo alla prova con il benchmark IOMeter il prototipo ha raggiunto prestazioni 7,23 volte maggiori di un SSD DC P3700 in lettura, con una queue depth pari a uno. L’SSD ha raggiunto 10.600 IOPS mentre il prototipo ha toccato 76.600 IOPS.

Facebook Comments

Add Comment