La Guerra dei mondi, L’invasione piu brutta della storia del cinema

La Guerra dei mondi è un film di fantascienza del 2005 diretto da  Steven Spielberg famosissimo per aver diretto il film  Salvate il soldato Ryan ,un cult cinematografico usicto nel 1998, e molti altri di notevole importanza.

Il film è stato girato interamente negli stati uniti e la scena dove le persone escono di casa per andare a vadere i fulmini caduti è stata ottenuta dicendo alle persone che potevano far foto gratis a Tom Cruise.

 

 

Trama

La guerra dei mondi inizia facendoci vedere i protagonisti, Ray Ferrier  Rachel Ferrier Robbie Ferrier, rispettivamente  Tom Cruise  Dakota Fanning  Justin Chatwin a casa del padre Ray a Washington.

Improvvisamente a rompere la quotidianetà della giornata arriva un temporale, un strano temporale perchè i fulmini che come dici Ray non dovrebbero cadere nello stesso punto, lo fanno e creano impulsi elettromagnetici che mettono fuori uso tutte le componenti elettriche. Dopo che quasi tutta la città si è riversata nelle strade dal terreno esce una grande macchina non creata dall’uomo tripode che dopo aver emesso una sottospecie di urlo inizia ad uccidere gli essere umani che trova nel suo cammino. Cosi succede in tutte le grandi città del mondo come ChicagoLondra.

 

 

Cosa ne penso

La guerra dei mondi credo che sia un flop , un film, che per il grosso potenziale che aveva, è riuscito male, intanto per la recitazione visto che Tom Cruise che reggeva tutto il cast non ha brillato ma sopratutto per i suoi figlio, Anche se Dakota Fanning quando ha fatto il film era piccolina.

Passando alla scenografia lascia anche questa a desiderare le scene non sembrano quelle di un film apocalittico, giusto un paio si salvano.

Per non parlare dei costumi, in primis quelli dei cittadini, non si vede quel senso di disperazione sia nei volti che nei vestiti, per passare agli alieni privi di colore, solo quel grigiastro che lascia a desiderare per arrivare ai soldati che sono poco presente nel film ma che non riescono a fare la loro parte, per concludere con quel amaro in bocca che ti lascia il finale.

 

 

Facebook Comments
Powered by WP Review

Add Comment