Trecento, un film fatto solo al computer

Trecento un film prodotto da Zack Synder è un racconto semi-storico, perchè si fa ad un evento successo realmente nel passato nel 480 A.C ovvero la battaglia delle Termopili  che narra di come 300 soldati esclusivamente spartani bloccarono al passo delle Termopili una moltitudini di soldati persiani.

 

Trama

Il film trecento inizia narrando del re di sparta, realmente esistito, Leonida  dalla sua nascita fino all’ascesa del trono. La vera storia inizia quando un messaggero  persiano del “dio” Serse  arriva a sparta chiedendo di sottomettersi a questo “dio” e la risposta da parte di Leonida fu quella di gettare il messaggero e i suoi seguaci giù per il profondo pozzo, che si dice che non abbia fine, con la celebre frase ” QUESTA E’ SPARTA”.

A causa delle Carnee ,una festa sacra a sparta dove era proibito muovere guerra durante questo periodo di giochi.

Anche gli Efori,  sacerdoti spartani, avevano proibito a Leonida di entrare in guerra contro i persiani , ma visto che il re non poteva non fare niente mentre la Grecia sarebbe stata distrutta, si avvia verso le Termopili con 300 soldati che erano sufficienti per formare un Falange abbastanza robusta per chiudere il valico.

infatti da come si vede nel film, ovviamente le battagli nel 480 A.C erano lontanissime da come sono state fatte nel film, l’esercito dei persiani ondata dopo ondata si schianta senza nessun successo contro il muro di scudi spartani.

 

 

 

Cosa ne penso

Credo che se non si consideri gli eventi storici e il modo in cui sono state montate le battaglie, completamente diverse da come venivano fatte nel 480 A.C, credo che sia un buon film, uno di quelli da vedere una volta massimo due, magari quando non sai cosa fare la sera.

Il film è stato fatto completamente al computer e gli effetti speciali in alcune scene non sono proprio ottimali.

Ma accantonati questi punti negativi, in linea di massima il resto è molto buono partendo dalla recitazione per arrivare ai costumi, per passare poi alle armi sia dei persiani che degli spartani, per poi concludere con le frasi epiche che vengono pronunciate per tutta al durata del film come, Leoanida : Spartani quel’è il vostro mestiere,  gli spartani in coro ” Auoh”  “Auoh” “Auoh”, Soldato Persiano: Le nostre frecce oscureranno il sole, Soldato Spartano: Allora combatteremo nell’ombra.


 

 

Facebook Comments
Powered by WP Review

Add Comment